10 commenti su “[Ripubblico] Missione Serenissima

  1. Complimenti Roberto! Da 1 mese circa sono collega a pieno titolo. Zoe, purtroppo usata, perché nuova non potevo arrivarci. Questo però mi porta ad aggiornare la situazione rispetto al tuo viaggio verso la Serenissima: l’ho acquistata usata a Conegliano Veneto e l’ho portata a casa da là. Confermo tutte le tue verifiche: OK Ikea Padova, OK San Bonifacio, aggiorno invece la situazione di Brescia: avendo visto alcune recensioni negative della colonnina Ikea a Brescia di gente che ha avuto problemi, tramite App NeXT Charge, ho puntato su Via Leonzio Foresti Brescia (zona periferica residenziale) e con immenso stupore…positivo…ho constatato che la colonnina A2A mi ha fatto caricare con tessera EnelDrive! Poi da li ho cambiato direzione abitando io a Pavia. Ho imboccato A21 verso Piacenza e Torino, confidando nelle colonnine in centro a Piacenza molto valide (le avevo già provate quando ho noleggiato una ZOE per fare tutte le mie prove e rendermi conto, a Reggio Emilia da TIL). L’applicazione di Next Charge però indicava anche una colonnina a Castel San Giovanni 108 Km da BS, in provincia di Piacenza, distante solo 19 chilometri da Santa Maria della Versa in provincia di Pavia, sede della mia attività. Ho cercato la colonnina in via Oberdan come da App e ho perso tempo e carica a trovarla: era in un altra via!! (Via Allende in un ampio parcheggio). Funziona molto bene, parcheggio ampio, quindi difficile ‘essere usurpati’ . Ho aggiornato il più in fretta possibile il FeedBack della App ed ora è più che corretto. Volevo solo confermare l’opzione Serenissima e ringraziarti, anche se non ti conosco, per l’iniezione di fiducia che mi hai dato per diventare un e-driver e uno ZOEista in particolare. Spero prima o poi di poterti conoscere di persona per scambiare opinioni ed impressioni. Grazie

    • Ciao Giuseppe,
      sono il selidori, curatore del blog. Qua ho riproposto l’avventura di un amico che è diventato un mito per la comunità elettrica italiana per le molte avventure estreme.

      A proposito, se hai facebook ti invito ad iscriverti al gruppo dei zoeisti e già che ci siamo anche ad altri due ben a tema (uno generico sulla mobilità elettrica in Italia ed un’altro sulle colonnine GreenLand Mobility), ma intanto ti consiglio solo:

      https://www.facebook.com/groups/542911602465223/

      • Mi spiace solo che non mi ha mai appassionato Facebook e non ho mai voluto avvicinarmi. So, anche da suggerimenti appropriati di qualcuno ben preparato di questo settore, che su Facebook c’è una discreta comunità di ZOEisti che si scambiano opinioni ed esperienze, ma per idee mie, preferirei, per quanto ancora possibile, non catapultarmi nel mondo di Facebook, però vorrei restare in contatto con persone che vivono la stessa esperienza, sia per carpire qualche informazione utile, sia soprattutto per mettermi a disposizione di altri, dato l’altrettanta mia esperienza che sta maturando quotidianamente: dopo tutto sono uno da circa 20.000 km annui, come da previsione contrattuale di batterie ZOE per cui penso che piano piano posso arrivare ‘a prendere Petetta’! E competere con lui!….scherzo naturalmente! Non è mia intenzione imbastire alcuna competizione con nessuno. È solo per sottolineare che più informazioni utili si riesce a far affluire in questo ambiente e meglio è per tutti. Quindi, Facebook a parte, almeno per ora, ogni suggerimento su come condividere reciprocamente è ben accetto e lo aspetto volentieri. Poi vorrà dire che, come ho risposto anche a Petetta, se ci saranno occasioni più o meno istituzionali di incontrarsi, ben vengano: io sarò più che disponibile. Nel frattempo, a proposito di situazioni istituzionali, se c’è un ‘sito’ o indirizzo ai quali posso inviare, potrei farvi vedere alcune immagini dell’inaugurazione dell’unica colonnina pubblica, ad eccezione di quella di Dorno ma sull’autostrada A7, inaugurata per ora a Pavia: solite manfrine ‘parapolitiche’ ma quel che conta è che comunque abbiamo un punto in più. Fatemi sapere qualcosa e io provvederò a inviare. Grazie. Saluti. A Vs disposizione

        • Ciao Giuseppe, nessun problema se non bazzichi Facebook, come vedi ci si vede anche qua.

          Condividi, condividi, che noi qua siamo golosi si avventure e racconti quando si cerca una spina!
          A proposito oltre al nostro mito Petetta (pensa che scherzosamente qualcuno ha coniato anche il termine PETETTOLOGY quasi fosse una setta di adepti fanatici integralisti religiosi!) ci sono molti personaggi particolari che bazzicano sul web e spesso con Zoe (ora che ci penso… strano!) mi viene in mente Liberato (UD) o Bertocchi (BG) o CHRISTIAN (CH) o Lorenzo (Ventimiglia!) o amici di Cecina o di Livorno che vengono pure a Milano ai nostri raduni! (alcuni link li trovi a destra in EV USERS).

          Per l’inaugurazione/farsa di Pavia puoi mandare le mail a me personalmente ma forse è meglio unire l’utile al dilettevole. Se puoi ti chiedo di iscriverti ad uno dei tantissimi siti che condividono colonnine, ed inserire i dati e le foto della colonnina (va bene l’inaugurazione) e darci qua i link.

          Così serve pure!

          • Non so cosa intendi per ‘iscrivermi ai siti di colonnine’. Io ti posso dire che uso regolarmente Next Charge di ‘goelettricstation’ e vado ad aggiornare, recensire e inserire colonnine e relative foto. Se vuoi le metto li quelle di Pavia

      • Aggiungo al post precedente che, a proposito di avventure estreme, così come definite nella descrizione del post inerente al Petetta, ho a disposizione anch’io alcune situazioni estreme da condividere, avendo preso io l’avventura in elettrico con un certo limite alla mancanza completa in assoluto di previsione di ogni dettaglio. Tutto questo, sottolineo, come già evidenziato in altro commento, senza la benché minima intenzione di mettermi in competizione con qualcuno: è solo ed esclusivamente per condividere.
        La mia esperienza in particolare contempla spostamenti, diverse volte notturni, per visite mediche a domicilio, con partenza da una sede, che è la postazione di lavoro, a 30 km circa da casa, 20 km circa dalla colonnina pubblica più vicina che per altro non potrei pensare di raggiungere troppo facilmente, dovendo rimanere a disposizione in sede durante la notte per le uscite.il tutto condito dal fatto che spesso gli spostamenti si verificano sulle colline, a quote fino a 450-500 mt e non ultimo il fatto che l’unico appoggio-conforto di elettroni disponibile è una presa di corrente normalissima all’interno della sede dalla quale posso al massimo prelevare 2.3 kw grazie anche al l’attrezzatura fornita da e-station (EVR1, adattatore Shuko e altro). Quindi se vi interessano resoconti del genere, quando l’attività non mi manda in Tilt il cervello dovendo stare in giro tutta la notte, sarò lieto di raccontarvelo.
        Come ad esempio la scorsa notte che sono stato sveglio e in attività fino alle 5.00 del mattino e ad una cert’ora temevo di non farcela a concludere la nottata e gli impegni con la carica disponibile, poi qualche ‘santo’ ha guardato giù ed è andato tutto bene.
        Arrivato in sede con 69% residuo.
        Ricaricato a 2.3 Kw fino al 76% (almeno mi pare di ricordare)
        Uscito dopo un ora e fatti 14-15 km di collina (su e giù).
        Rientrato con 66% residua.
        Caricato fino a 73% circa.
        Uscito dopo 1 ora circa.
        Fatti circa 11-12 km sempre collina.
        A quel punto volevo quasi fare i 20 km circa che mi separano da colonnina più vicina per ricarica veloce, con enorme sfottò di un collega trovato sul posto, già enorme detrattore dell’elettrico a suo tempo, che non vedeva l’ora di infierire: in piena notte: Io “forse devo fare 19 km e andare un po’ a caricare”; RISPOSTA: “ma anche tu cosa ti è venuto in mente di prendere l’auto elettrica!?!!”
        Beh per ripicca non sono andato a caricare e sono tornato in sede sperando di riuscire a dormire un po’.
        Dopo 1 ora mi richiamano per altra visita. Sapete come ho utilizzato al meglio la ZOE? Lasciandola ferma!! La visita era a 4-500 mt dalla sede e ho fatto prima ad andare a piedi intanto la ZOE era in garage che si ciucciava 2,3 kw. Tornato dopo un bel po’ il display segnava 81% e l’ho lasciata caricare. Al mattino a fine turno, era saltato l’interruttore differenIale dell’impianto ma l’auto era carica all’89% con tutta l’autonomia necessaria per tornare a casa (30km ca) e ricominciare un altra giornata.
        Che dite: è un po estrema anche questa?

  2. Fantastico Giuseppe! E’ bellissimo leggere di altri possessori di Zoe che dedicano del tempo durante i loro viaggi, per rallentare, girare, cercare nuove colonnine quando potrebbero non interessarsi ed arrivare a casa prima. Tutto ciò però migliora i viaggi futuri degli altri! Grazie davvero! Non sapevo di quella nuova colonnina, lì in mezzo alla pianura dove ne servono sempre! A presto Giuseppe!

    • Apprezzo molto il ‘lavoro’, perché alla fine è di quello che si tratta, che fai nel rendere pubbliche le tue esperienze di ZOE. Fatico solo a capire come riesci a tenere così bene traccia di quello che fai con l’auto, ma spero che un giorno a l’altro io possa imparare qualcosa da te in quel senso. Spero anche che, quanto prima, compatibilmente ai reciproci impegni di vita, ci si possa conoscere e incontrare per scambiare impressioni e opinioni, in considerazione del fatto che comunque avrei tutto da guadagnare a imparare da un esperto come te. Io però dal canto mio, pur non avendo così grossa esperienza potrei fungere da discreto feedback. Se capiterà a breve di trovarci coinvolti entrambi in qualche evento ‘eco’ ben venga, altrimenti se non dovesse capitare, se per te non è un eccessivo disturbo, si potrebbe pensare di incrociarci apposta da qualche parte e fare quattro parole ben mirate, giusto solo per migliorare la qualità dei nostri spostamenti in ZOE. Mi dirai tu se può essere un idea malsana oppure no. Del resto mi rendo conto che in questo ambiente in costante divenire ci sono grandi quantità di esperti, ma secondo me non esiste miglior esperto di chi quotidianamente affronta i problemi direttamente come fai tu. Ripeto: se non sarà troppo disturbo, si potrà pensare di trovarci da qualche parte e così io ne…approfitterò per ‘rubarti’ qualche segreto!… Scherzo! Grazie. A presto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...