15 commenti su “Trasmissione Opel Ampera: mistero pochino svelato (cit. 242)

  1. Ciao Selidori come và, e da un po’ che avevo notato che non aggiungevi articoli al tuo blog eppure le cose agni tanto succedono, no?

    Comunque, mi fà piacere che hai aggiunto un articolo… e che articolo.
    Ma una cosa non l’ho capita, me la spieghi?

    TU hai preso una Opel Ampera, oppure citi un articolo di qualche altro utente del mondo elettrico?
    Se percaso fosse la prima, preparati…

    ..preparati molto bene sulla tua nuova macchina.
    Ho un amico ingeniere che ha 1 milione di domande sulla maccihna, ne vorrebbe prendere una ma solo se si può fare una modifica.. che solo un proprietario può scoprire se è o no fatibile.

    • Be’, i post si sono diradati perchè oramai sono sempre meno le cose interessanti che posso scrivere, essendoci gente che le scrive meglio di me 🙂 .
      Inoltre pian piano sto virando sul forum
      http://www.forumelettrico.it/
      Dove lo scambio è più democratico.

      Si l’ampera l’ho presa io direttamente ma purtroppo sto avendo tantissimi problemi per incapacità degli autoriparatori. Un guasto può essere e so magari non è di facile soluzione ma giro da luglio, ho speso oltre 1000 euro in 4 riparazioni (la quarta ancora in corso e mi costa 18.3 euro al giorno di LORO auto sostitutiva, ecco perchè se la prendono comoda) e sempre per lo stesso guasto che secondo me era in garanzia fin dal primo giorno e non me l’hanno mai passato (mai passato neppure la garanzia per le riparazioni da loro fatte).

      Se gli upgrade dell’ingegnere sono di aumentare la velocità di carica ed aumentare la batteria ci pensiamo in tanti, ma nessuno c’e’ ancora riuscito. Secondo me comunque la velocità di carica è impossibile, mentre la batteria teoricamente si può aumentare.
      Sicuramente è coraggioso farlo prima del 2020 quando le prime ampera usciranno dalla garanzia della casa madre e si potrà metterci mano (anche se per ora la garanzia è ‘virtuale’ visto non me l’hanno passata…).

      • Ciao e grazie per la delucidazione.
        Non preoccuparti, il mio amico Ingegnere non ha alcuna intenzione di toccare la batteria o altro… vorrebbe interferire e modificare solo la logica di funzionamento, dunque solo il software.

        A proposito, l’ingegnere ti consiglia di spiegare che lo schema del video di Green Motor è forviante, ma di spiegare che nella realtà i tre motori non sono collegati in serie.
        Ogni motore ha una sua frizione a valle per il trasferimento della forza e i due motori elettrici sono gli unici che attraverso la loro frizione riescono a trasformarla in trazione.
        Il motore a benzina, tramite la sua frizione può solo trasferire la sua forza al motore elettrico secondario che può essere per ricaricare o tramite la frizione del motore elettrico secondario arrivare alla trazione.

        La sua idea è semplice a parole, ma non tanto nella pratica. Lui vorrebbe trasformare la Volt da una EREV in una vettura REX come la BMW I3. Ovvero dove il motore a benzina può SOLO ricaricare le batterie senza la necessità di dover usare MAI una presa elettrica.

        Secondo te la Volt può diventare così, magari semplicemente cambiando il software della gestione?

        • E’ già previsto dal sistema voltec, è il modo MOUNTAIN che carica la batteria con il motore termico.
          Non sono sicuro se però al 100%, probabilmente si ferma prima. Forse la batteria si carica però completamente aprendo il cofano, visto che quello è un workaround per far obbligatoriamente partire il motore a benzina per manutenzione. A quel punto basterebbe ingannare l’interruttore che sente il cofano aperto.

          Questo perchè toccare il software VOLTEC lo vedo ancora più difficile. Se pensa di poterlo fare, mi sorge obbiettivamente il dubbio sulle sue reali conoscenze di software automotive…

      • Sono interessato all’acquisto anche io della medesima auto, potresti gentilmente elencare le problematiche che hai riscontrato o che purtroppo stai tuttora riscontrando?

        GRAZIE MILLE
        Lorenzo

        • Il problema è sempre il solito.
          Appare il messaggio “Rich. assist. sistema ricarica alta tensione” e l’auto non si carica più (quindi esaurita la carica attuale, va sempre in modalità estesa, cioè motore a benzina sempre acceso per generare corrente per la trazione. Non è più possibile caricarla ne’ da presa ne forzando la carica a benzina).
          Quel che però è peggio è che mi sono affidato ad un cane di officina (autorizzata da opel) e dopo 4 mesi, 4 interventi ed oltre 1000 euro di riparazioni (e secondo me dovevano essere tutti in garanzia, ma solo l’ultimo mi ha fatto pagare solo spese ‘accessorie’ per 163 euro, i 3 interventi di prima tutti a mio carico) ho ancora lo stesso problema.
          Ora ho chiesto ad OPEL ITALIA (che mi segue da sempre e dal loro punto di vista molto professionalmente) di intervenire seriamente e fare escalation e di trovarmi un’altra officina.

          Se hai un account facebook là ci sono i dettagli dell’avventura in tempo quasi reale:
          https://www.facebook.com/groups/936416536420369/permalink/1265627756832577/

  2. Grazie ancora per l’ennesima risposta.
    Allora secondo te se si inserisse la modalità mountain (si potrà tenere perennememnte acceso?) la vettura per tutta la sua “vita” potrebbe teoricamente non venir mai ricaricata da una presa?

    Per quanto riguarda il workaround devo esser sincero, non l’ho capita.
    C’è un sensore sotto al cofano che rileva la sua apertura e automaticamente avvia il motore a benzina? Non era meglio un comando dedicato nella schermata di diagnostica?

    Comunque credo (io non sono ingeniere) che la sola accensione del motore a benzina non basti, bisogna far lavorare le frizioni 2 e 3 in moto tale che il motore elettrico riceva la rotazione dall’endotermico per produrre elettricità, ma anche che la rotazione di entrambi non interferisca con la rotazione delle ruote… magari la vettura è in coda al semaforo.

    Infine, in merito alla tua domanda… non lo so’ se effettivamente convenga interferite con il software Voltec, fare un “trucco” meccanico oppure sfuttare le impostazioni già presenti combinandole. Deciderà lui.
    Ma la sua idea è solo quella di traformarla in una REX, dato che così non deve farsi la presa nel box di casa, ma gli basterà rifornirla di benzina. Cioè zero sforzo.
    🙂

    • Mmmm….
      continuo a nutrire dubbi su questo ingeniere.
      Ma non è che è ingeniere non in ambiente automotive?
      Alcune cose che dice non mi tornano come principio e non le ho mai sentite…
      Comunque:

      “Allora secondo te se si inserisse la modalità mountain (si potrà tenere perennememnte acceso?) la vettura per tutta la sua “vita” potrebbe teoricamente non venir mai ricaricata da una presa?”

      Oddio questo non lo so.
      Cioè non so se ha un tempo massimo la modalità MONTAIN oppure dopo un po’ di spegne.
      Penso non ci siano limiti: è un motore tradizionale a benzina, con tanto di raffreddamento e lubrificazione quindi penso possa realmente andare per sempre.
      Ma non so se nessuno l’ha mai provato in tale maniera.

      “Per quanto riguarda il workaround devo esser sincero, non l’ho capita.
      C’è un sensore sotto al cofano che rileva la sua apertura e automaticamente avvia il motore a benzina? Non era meglio un comando dedicato nella schermata di diagnostica?”

      A me sembra che un senso ce l’abbia eccome: è assai più facile e diretto provare il motore così piuttosto che collegarsi con una diagnostica (che comunque penso proprio abbia ugualmente, cioè forzatura via diagnostica dell’uso del motore).
      In alcuni casi poi è quasi l’unico modo: si pensi ad un meccanico che deve controllare i fumi e non ha il software OPEL: così è molto facile verificarlo: basta aprire il cofano!

      ” Comunque credo (io non sono ingeniere) che la sola accensione del motore a benzina non basti, bisogna far lavorare le frizioni 2 e 3 in moto tale che il motore elettrico riceva la rotazione dall’endotermico per produrre elettricità, ma anche che la rotazione di entrambi non interferisca con la rotazione delle ruote… magari la vettura è in coda al semaforo.”

      Sinceramente della FRIZIONE 2 e 3 su ampera non ne ho mai sentito parlare.
      Non so da dove provenga questa informazione e sinceramente dubito sia corretta.
      Poi non ti seguo più. Come può il motore a benzina interferire col moto del mezzo se è fermo al semaforo???
      Semmai il dubbio c’e’ quando il mezzo è in movimento (ma dai link sopra si legge che sotto i 112km/h il termico non è MAI in trazione) ma da fermo o basse velocità il problema proprio non sussiste.

      ” Infine, in merito alla tua domanda… non lo so’ se effettivamente convenga interferite con il software Voltec, fare un “trucco” meccanico oppure sfuttare le impostazioni già presenti combinandole. Deciderà lui.”

      A meno che ha agganci col team di sviluppo, interferire sul software è praticamente impossibile.

      ” Ma la sua idea è solo quella di traformarla in una REX, dato che così non deve farsi la presa nel box di casa, ma gli basterà rifornirla di benzina. Cioè zero sforzo.🙂”

      ???????????????
      Che senso ha prendere una EREX e poi caricarla solo a benzina???
      A parte il nonsenso economico ed ecologico (che può non interessare) non ha senso neppure nel rendimento.
      Allora meglio prendere una ibrida, magari FULL, così tutto ha un senso.

  3. Buongiorno Selidori, innanzitutto di devo ringraziare per il tempo, la pazienza e le risposte che mi dai.
    Poi, se posso permettermi vorrei darti alcuni chiarimenti, e poi riprendere il discorso. Perciò questa mia risposta sarà lunga, e se la cosa potrà farti piacere sarai libero di rispondermi.. perché con tutto quello che hai già scritto, io e il mio amico abbiamo già molto materiale, e il discorso potrebbe finire anche qui.

    Per prima cosa vorrei chiarire che per quanto riguarda il funzionamento dell sistema Voltec, io l’ho saputo dal mio amico ed è esattamente come descritto nel video Chevrolet del tuo Post, ma non come nel video GreenMotor. Da cui si evince chiaramente l’impiego di 3 frizioni, 2 motori elettrici (uno più grande ed uno più piccolo) e 1 motore a benzina. I quali collegati tra di loro possono fare alcune cose ma non altre.
    Ad esempio i due elettromotori possono entrambi spingere la vettura anche in contemporanea, ma al contrario il motore endotermico no, almeno non direttamente.
    Poi per farmi capire è anche utile il video GreenMotor, che seppur tecnicamente sbagliato è comunque utile per il funzionamento del sistema.

    Invece per quanto riguarda le frizioni, che in entrambi i video si capisce che ce ne sono 3. Anche quì seppur sottile c’è una differenza nei due video, en anche in questo caso quello corretto è il video Chevroler e non il GreenMotor anche se quest’ultimo è comunque utile per capirne i principi di funzionamento che sono: ogni motore ha una sua frizione (dunque sono 3) ma solo quelle relative ai motori elettrici sono collegate in moto tale da fornire la trasferire la spinta dall’eletromotore alle ruote, al contrario la frizione del motore endotermico non ha una frizione collegata alla trasmissione, ma nel suo caso lo separa solo da un motore elettrico (quello più piccolo dei due). In questo modo se il sistema Voltec volesse spingere la vettura utilizzando il motore a benzina sarà costretto ad impiegare anche il sistema (motore e frizione) dell’elettromotore elettrico più piccolo.

    Detto questo, vorrei chiarire anche le intenzioni del mio amico ingegnere. Che al contrario da quanto da me scritto sono solo a scopo utile, anche se nelle mie frasi si capisce diversamente. Il fatto sta che un veicolo come la Ampera può esser trasformata in un veicolo elettrico con generatore permanente, al contrario una vettura come la Prius no. In questo modo anche chi non ha la possibilità di mettersi una presa elettrica nel box di casa, può avere i benefici di una elettrica… seppur parziali.

    Chiariti i punti salienti…ora le domande.

    La prima è giusta ed è un errore mio, le mie domande e le mie risposte seppur con le mie più candide intenzioni erano spesso sbagliate tecnicamente perché, e me ne scuso le ho scritte senza “supervisione” del mio amico e pertanto sono poco accurate, e anche palesemente errate.
    E pertanto chiarisco subito… è un Ingegnere informatico, e la “violazione di un programma” non credo sia un problema per lui… se è ciò che serve.

    Poi… per la modalità Mountain, se si potesse “bloccare accesa” ovviamente non intendo che il motore endotermico dovesse stare acceso 24/24h e 7/7gg ma solo quando la vettura viene usata… come una normale auto a benzina. Che però al contrario di quest’ultima potrà spegnere il motore endotermico quando la batteria è carica. Così da usare meno la benzina… più efficientemente di una Prius.

    In ultimo l’incomprensione delle frizioni 2 e 3:
    Se usiamo il video GreenMotor (che ho già detto che è sbagliato ma in questo caso va bene) al momento 0:43 si leggono i “nomi” e attenendosi a questi, è chiaro che per fare il veicolo REX del mio amico è sufficiente fare in modo che il “Petrol Engine” sia acceso e il “Small Motor / En.” deve essere in modalità generatore. Ma è altrettanto chiaro che la “Clutch 2” deve assere chiusa per traferire la rotazione e la “Clutch 1” deve essere aperta per evitare che questo gruppo spinga le ruote. Spero di esser stato più chiaro stavolta.

    In conclusione, ribadisco che ti ringrazio Selidori ma il mio amico ha ancora altre domande.
    ciao

    • Non ero io :(.
      Tu hai già scritto ‘che non si fa’ (ma non ho capito a cosa ti riferisci, ma girare con viti anche grossine libere nell’abitacolo è pericoloso: in caso di incidente diventano proiettili!)

    • Le “vitine” non son mie.. e devo tenerle per forza (è un veicolo di lavoro)
      Poi per il “non si fà” se proprio non l’hai capito.. e non mi prendi in giro te lo spiego…

      Se guardi con attenzione è l’autista (menttre guida sulla tangenziale) a fare il video con il cellulare in mano.

      Dunque sono da galera, o da ricovero !!

  4. Buonasera.
    Scusate ma sono a chiedere a questo gruppo di cervelli (in Toscana i geni si chiamano così)un opinione su acquisto Opel ampera, usata con circa 85000km del 2012.
    Leggendovi sopra ho potuto capire che si può incappare in problematiche serie tipo la non ricarica della batteria ecc.
    Tanto più che non si capisce come finisce la storia dell’ utente che si è dovuto rivolgere ad Opel Casa madre e non si capisce se è stato risolto o meno il problema.
    Va da sé che un usato e sempre pericoloso,ma dalle mie informazioni la batteria dovrebbe avere 8anni o 160.000 km di garanzia,quindi ancora 2 da oggi ndr gennaio 2018 è ancora 75000 km di kmtraggio,quindi in teoria e ripeto in teoria ancora fattibile.
    Ringraziando anticipatamente chi vorrà rispondermi ., saluti
    Amerigo

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...