10 commenti su “[Ripubblico] Missione Versilia

  1. Roberto Petetta è un vero pioniere, passerà alla storia. La sua testimonianza fa capire come il nostro paese sia lontano da un vera diffusione della mobilità elettrica. Aggiungo che le sue imprese hanno successo perchè la Zoe ricarica velocemente in corrente alternata e così riesce a sfruttare al meglio le (poche) colonnine presenti sul territorio. Ma buona parte delle automobili in circolazione in Europa effettuano la ricarica veloce in corrente continua e per essa si stanno allestendo le catene di stazioni di ricarica veloci. In questo campo l’Italia sembra essere completamente assente… e prima o poi avrà anche effetti negativi sul turismo.

  2. Mah, sul turismo non direi.
    Sono sempre di meno i turnisti che vengono con la propria auto dall’estero, inoltre ritengo sia improbabile che si accollino 1000 e + km con un’auto elettrica, quindi in verità non penso si porranno problemi di loro erogazioni fast in nostre terre.
    Certo, fra pochi anni le elettriche riusciranno ad aumentare l’autonomia e rendere dunque possibile fare viaggi in terre straniere, ma tuttavia l’evoluzione sarà più che altro sulle batterie (con riduzioni costi ed ingombri) aumentandone le capienze, e quindi a quel punto anche una colonnina DC che oggi sembre FAST magari non lo sarà poi tanto se invece di fornire 20 kWh come oggi deve riempire l’auto con 90 kWh (valori sparati tanto per capirci).

    Detto questo però hai ragione che l’Italia dovrebbe svegliarsi e non stare al paolo con le ricariche DC invece di perseguire la strana strada AC fast di Zoe.
    E comunque sia l’ultima cosa che voglio è ogni paese col suo standard ma perchè -appunto- se vai con la tua auto in un paese straniero sei limitato, ma per allargare il mercato globalizzato e poter comprare (e vendere) soluzioni e sperimentazioni da altri strati visto che gli standard sono gli stessi.

    • Io parlavo a lungo termine, ma già oggi sui forum stranieri trovi commenti poco rassicuranti circa la disponibilità di punti di ricarica in Italia e sulle prese italiane sconosciute all’estero…. Certo: il grosso dei turisti oggi non sono elettrici ma il turista elettrico è una nicchia che piano piani cresce. I Petetta ci sono anche all’estero e sono abituati a qualcosa di più. Il problema è che non solo la ricarica DC è quasi assente in Italia ma anche quella AC non è poi così capillare. Circa i 1000 km, uno dei veicoli che vende di più è il Mitsubishi Outlander che carica con il Chademo pur essendo ibrido. Se poi vai nelle località di confine, per esempio Como o l’alto lago Maggiore, ove ogni giorno c’è un via vai tra lavoratori frontalieri e turisti che vengono in Italia a fare la spesa o per andare al ristorante o al mercato, il problema non è tanto a lungo termine ma imminente.

  3. Cari pionieri della mobilita’ elettrica italiana, leggendo le vostre parole mi sento un po’ chiamata in causa e finalmente vi scrivo.
    Sto pianificando un viaggio Olanda – Siena con la mia Tesla Model S, scendendo per la Germania, attraversando Svizzera, Savoia, via Frejus, Torino, Versilia etc.
    Questo blog e’ lo strumento piu’ utile trovato in rete, GRAZIE !
    Vedo infatti che la colonnina a Forte dei Marmi, non solo esiste, ma pure funziona !

    Una domanda, forse mi potete aiutare nell’impresa: quale riferimento usate per trovare le colonnine?
    – Per l’Europa uso Chargemap.com, fatto molto bene, ma mi pare che l’Italia non sia ben coperta (per esempio mancano molte delle colonnine di Ikea)
    – colonnineelettriche.it non fornisce info sulle colonnine (su una presa Shuko ci sto 1 giorno a caricare la Tesla…)
    – il sito di Enel Drive, e’ affidabile ?? (vedi vostra esperienza a Pero….)

    Ancora GRAZIE,
    Manus

    • Wow… complimenti per tutto!
      Per l’auto, per il tragitto da affrontare e per i complimenti dei complimenti 😀

      Per rispondere alla mappa di punti di ricarica… pure in questo siamo un po’ in alto mare.
      Paradossalmente abbiamo MOLTI siti che raccolgono appunto colonnine (lo stesso chargemap può essere aggiornato con le colonnine italiane) ma proprio l’averne TANTI non si riesce a trovarne uno definitivo.
      Era partito benissimo un anno fa IPHEV CLUB, ma poi 2 o 3 mesi l’hanno chiuso per ristrutturazione ed ora che è riaperto (per la parte colonnine) è una vera porcata, perdendo tutti i servizi che aveva prima (incluse foto, commenti, aggiornamenti di lettori, ecc) ed ora c’e’ a malapena la cartina senza nessun dettaglio… a dimostrazione di quanto lo facciano morire hanno pure cambiato il dominio che ora è: http://www.obiettivogreen.it/mappe

      Ho pensato più di una volta di farlo io un sito di seria raccolta punti di ricarica ma non voglio fare il trentesimo sito per sparpagliare le cartine e dividere le forze….

      Mentre il sito ENEL è MOLTO affidabile e preciso come pure la app per cellulare (android, che ho provato) ma ovviamente vale solo per colonnine ENEL; le altre nonc i sono.

      • Grazie pe rle info, un po’ quello che immaginavo !!
        Penso che continuero’ a aggiornare chargemap.com via via che mi sposto in Europa, soprattutto per quanto riguarda le colonnine italiane.
        Peccato per questa cosa ddell IPHEV CLUB, certo non ci facilitano la vita 😉
        Ottimo sapere che il sito Enel e’ affidabile, la collaborazione con Ikea apre molte porte, anzi, molte autostrade haha.

        Grazie ad Ikea abbiamo gia’ fatto Olanda – Normandia …

      • Uou, mi fischiano le orecchie… 😉
        La tessera Enel Drive la faro’ attraverso mia madre, anche se a Siena cadono tutti dalle nuvole e nessuno sa niente. Tocchera’ andare alla sede Enel di Firenze. Vabbe’….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...